Clinic del batterista Cristiano Micalizzi a Reggio Calabria, organizzata dalla scuola di musica SymphonyCity

 

Symphony City Music School, il batterista Cristiano Micalizzi a Reggio Calabria

Sarà Cristiano Micalizzi il protagonista del workshop di batteria organizzato dalla Symphony City Music School in programma domani, mercoledì 27 aprile a partire alle ore 14,30 a Reggio Calabria presso l’auditorium “Lucianum”. Il noto batterista, figlio del famoso compositore Franco Micalizzi, autore e arrangiatore delle colonne sonore di famosissimi film poliziotteschi, si esibirà sul palco per studenti, appassionati e addetti ai lavori per approfondire la batteria nei vari stili e arrangiamenti rock, r&b, funk, blues, jazz, brazilian, afrocuban e fusion.
Si tratta del secondo appuntamento all’interno del ciclo di workshop organizzato dalla scuola diretta dal batterista reggino Gianni Polimeni, dopo l’appuntamento della scorsa settimana che ha visto protagonista il famoso chitarrista Mike Stern.
“Da tre anni la scuola promuove questi appuntamenti di approfondimento – afferma il direttore di Symphony City Gianni Polimeni – seguendo il modello delle accademie americane. Riuscire a portare avanti questi progetti a Reggio Calabria non è semplice ma i workshop sono fondamentali per chi intende approfondire la materia, perché ha la possibilità di seguire dal vivo una vera e propria lezione da parte di docenti di primo piano nel panorama musicale internazionale. Cristiano Micalizzi è un musicista straordinario e sono orgoglioso che abbia accettato il nostro invito. Questo ciclo si concluderà a maggio – conclude Polimeni – con il grande Scott Henderson”.
Nato a Roma, l’artista Cristiano Micalizzi muove i primi passi musicali sotto la guida esperta del padre Franco. Inizia giovanissimo a collaborare con lui in studio di registrazione come batterista e percussionista e contemporaneamente suona con svariate formazioni jazz e fusion nei vari club e teatri della capitale. Nel marzo del 1990 viene scelto da una giuria internazionale per far parte dell’orchestra diretta dall’arrangiatore e flautista americano James Newton. Lavora per tanti anni negli Stati Uniti e suona con vari artisti prestigiosi.
Ha collaborato, tra gli altri, con musicisti e cantautori del calibro di Tim Ries(The Rolling Stones Project), Frank McComb, Crystal White, Herbie Goins, Jim Kelly, Bruce Bartlett, Jean-Pierre Como (Jean-Luc Ponty), Joy Malcolm (degli Incognito), Dave Binney, Stefano Di Battista, Marcello Rosa, Tiromancino, Max Gazzé, Paola Turci, Carmen Consoli, Daniele Silvestri, Ron, Loredana Berté, Ornella Vanoni, Riccardo Cocciante, Gianni Morandi, Massimo Ranieri e Anna Oxa.
Fino ad oggi ha suonato con artisti del calibro di: Darryl Jones, Bernard Fowler, Tim Ries (The Rolling Stones Project), Frank McComb, Crystal White, Herbie Goins, Jim Kelly, Bruce Bartlett, Jean-Pierre Como (Jean-Luc Ponty), Joy Malcolm (degli Incognito), Dave Binney, Lynley Marthe (bassista di Joe Zawinul Syndicate), Z-Star, Sharlene Hector (Cantante dei Basement Jaxx), Belinda Skinner, Deitra Farr, Ben Sidran, Tollak Ollestad, Stefano Di Battista, Marcello Rosa, Gegé Telesforo, Pippo Matino, Rocco Zifarelli, Maurizio Lauzi, Tiziana Rivale, Francesca Alotta, Scialpi, Silvia Salemi, Gianni Togni, Neri per caso, Eramo e Passavanti, Bungaro, Tiromancino, Max Gazzé, Paola Turci, Carmen Consoli, Daniele Silvestri, Ron, Loredana Berté, Ornella Vanoni, Riccardo Cocciante, Gianni Morandi, Massimo Ranieri e Anna Oxa.
Oltre alla partecipazione in varie trasmissioni televisive, Micalizzi collabora con docenti americani di Berklee ai clinics di Umbria Jazz e registra per la Polygram, la Sony, la Virgin e la BMG sia in Italia che all’estero.

 

Musica, Cristiano Micalizzi incanta gli studenti della Symphony City

“Queste occasioni sono molto importanti per gli allievi perché possono approfondire gli studi e, nel contempo, identificare la musica nell’ambito del divertimento. Perfezionarci in questo modo è un mio cavallo di battaglia tanto da evidenziarlo nel mio sistema didattico per migliorare il modo di suonare”. Lo ha detto Cristiano Micalizzi, batterista di fama internazionale, presso l’auditorium “Lucianum” a Reggio Calabria, durante il secondo appuntamento del ciclo di workshop organizzato dalla Symphony City Music School, diretta dal collega Gianni Polimeni. “Per il futuro ci sono tanti progetti e grandi obiettivi da raggiungere – ha proseguito Cristiano Micalizzi – a partire dal tour insieme a Max Gazzè. Il primo appuntamento sarà il 5 maggio a Madrid, ma andremo anche in Francia, Inghilterra, Lussemburgo e Germania, suoneremo in molte città italiane e, ad ottobre, il tour sarà mondiale perché andremo negli Stati Uniti, in Cina e in Giappone, tanto per fare qualche esempio”. A Reggio Calabria Cristiano Micalizzi è di casa. Suo padre, il noto compositore Franco Micalizzi, autore delle colonne sonore di film come “Lo chiamavano Trinità”, “Roma Violenta” e “La banda del gobbo”, tanto apprezzato anche da Quentin Tarantino che ha inserito alcuni temi del compositore romano nei suoi film, è originario di Bova Marina. “Adoro la Calabria – ha affermato Cristiano Micalizzi – da piccolo ci trascorrevo anche le vacanze e ho tantissimi bei ricordi legati ai miei nonni. Mi piacerebbe organizzare qualche evento importante in questo territorio e sono molto felice di questo tipo di workshop, perché collaborare con la scuola Symphony City è un vero piacere, anche e soprattutto per il rapporto di amicizia e stima che intercorre con il direttore Gianni Polimeni”. Il ciclo di appuntamenti si concluderà il prossimo 12 maggio all’auditorium “Lucianum” con il workshop di chitarra. Protagonista dell’evento il mitico chitarrista statunitense Scott Henderson, nella sua unica data in Calabria.

 

Musica, Cristiano Micalizzi incanta gli studenti della Symphony City

“Queste occasioni sono molto importanti per gli allievi perché possono approfondire gli studi e, nel contempo, identificare la musica nell’ambito del divertimento. Perfezionarci in questo modo è un mio cavallo di battaglia tanto da evidenziarlo nel mio sistema didattico per migliorare il modo di suonare”. Lo ha detto Cristiano Micalizzi, batterista di fama internazionale, presso l’auditorium “Lucianum” a Reggio Calabria, durante il secondo appuntamento del ciclo di workshop organizzato dalla Symphony City Music School, diretta dal collega Gianni Polimeni. “Per il futuro ci sono tanti progetti e grandi obiettivi da raggiungere – ha proseguito Cristiano Micalizzi – a partire dal tour insieme a Max Gazzè. Il primo appuntamento sarà il 5 maggio a Madrid, ma andremo anche in Francia, Inghilterra, Lussemburgo e Germania, suoneremo in molte città italiane e, ad ottobre, il tour sarà mondiale perché andremo negli Stati Uniti, in Cina e in Giappone, tanto per fare qualche esempio”. A Reggio Calabria Cristiano Micalizzi è di casa. Suo padre, il noto compositore Franco Micalizzi, autore delle colonne sonore di film come “Lo chiamavano Trinità”, “Roma Violenta” e “La banda del gobbo”, tanto apprezzato anche da Quentin Tarantino che ha inserito alcuni temi del compositore romano nei suoi film, è originario di Bova Marina. “Adoro la Calabria – ha affermato Cristiano Micalizzi – da piccolo ci trascorrevo anche le vacanze e ho tantissimi bei ricordi legati ai miei nonni. Mi piacerebbe organizzare qualche evento importante in questo territorio e sono molto felice di questo tipo di workshop, perché collaborare con la scuola Symphony City è un vero piacere, anche e soprattutto per il rapporto di amicizia e stima che intercorre con il direttore Gianni Polimeni”. Il ciclo di appuntamenti si concluderà il prossimo 12 maggio all’auditorium “Lucianum” con il workshop di chitarra. Protagonista dell’evento il mitico chitarrista statunitense Scott Henderson, nella sua unica data in Calabria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *